L'Associazione sviluppa il tema della fiaba attraverso un'indagine intellettuale, antropologica e culturale.

L'Associazione

Tutti i membri dell’associazione sono professionisti che, da lungo tempo nel loro percorso di vita, e lavorativo si interrogano su questioni di rilievo sociale e culturale attraverso linguaggi eterogenei che spaziano tra il teatro, la danza, le arti visive, la poesia, la letteratura, la fisica, l’alchimia e tanto altro ancora.

Lo Staff

Nicoletta Giberti

Attrice, regista e performer da anni indaga il tema FIABA con particolare attenzione all’aspetto antropologico e sociale che nel tempo questo genere ha avuto. La narrazione archetipica delle fiabe come canale in cui la voce diventa il tramite necessario e preziosissimo, il recupero di una oralità perduta e l’incanto sono solo alcuni dei punti fondamentali della sua ricerca. Ha all’attivo diversi corsi di formazione sulla creazione di eventi site-specific e sulla narrazione. Ha studiato e lavorato tra gli altri con Enrique vargas, Danio Manfredini, Sonia Abaunza Galvis, Stefano Vercelli e Chiara Guidi. Mi interessa indagare il sentire umano per scorgere la memoria collettiva e rinnovare una necessità sociale fondamentale della cultura. Il mio intento più alto, attraverso il Festival e i miei lavori, è riportare l’attenzione verso qualcosa di molto prezioso e necessario, verso una indagine del Sè, che a volte sfugge nella breve intensità di una vita.

Elena Annovi

Danzatrice, performer e acrobata ha all’attivo diverse importanti collaborazioni con la Compagnia Materiali Resistenti Dance Factory, con la Compagnia KITONB, con il Teatro alla Scala. E’ danzatrice della Compagnia di danza verticale IL POSTO (coreografa Wanda Moretti). Ha partecipato come acrobata alla Cerimonia di Apertura delle Olimpiadi Invernali di TORINO 2006 con la compagnia KATAKLò –Ha studiato tra gli altri con Raffaella Giordano, Michele Di Stefano, Tery Jeannette Waikel, Virgilio Sieni, Inaky Aspillaga (tecnica Wim Wandekebus), Brighel Gjoka (Forsythe Company) Jurij Alshitz, Cesare Ronconi, Danio Manfredini, Monica Casadei, Mikel Aristegui Tello, Wanda Moretti, Ivan Manzoni. Collabora attualmente con Fuse* con cui ha presentato un lavoro alla prima edizione del Festival della Fiaba: ljòs. E’ cofondatrice della compagnia NH che ha all’attivo diversi atti insallativi che uniscono suono, corpo e visione; NH ha presentato nella seconda edizione del Festival della Fiaba la performance: Elogio dell’Ombra.

Michele Collina

Docente di lettere della scuola secondaria superiore, regista e drammaturgo, si è formato per lo più andando a teatro, e studiando a lungo, e in solitudine, regia e drammaturgia formandosi sui quaderni di regia di Samuel Beckett, autore la cui opera è stata oggetto della sua tesi di laurea in lettere moderne. I suoi laboratori condotti nelle scuole hanno prodotto numerosi spettacoli.Ha a lungo collaborato con l’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa con il compito di diffondere la drammaturgia classica che, da anni, sottopone a travestimenti, riletture, messe in scena originali e quasi sempre… “politicamente scorrette”. Da sette anni è alla guida del collettivo di giovani laboratorio teatro (in)stabile con il quale ha messo in scena numerosi spettacoli, uno dei quali è stato oggetto della sua laurea magistrale in istituzioni di regia. Si occupa anche di lettura espressiva con l’intento di promuoverla presso i giovani, organizzando incontri, conferenze e tutto quanto offra la possibilità di rendere il testo, ed il lettore, protagonisti ed affrontando la letteratura da un punto di vista antropologico, sociologico e psicanalitico.
Di lasciare la scuola però non se ne parla…entrare in classe al mattino resta la cosa più bella e che ha più valore in assoluto.

Collaborano con noi

Giulio Costa

Regista teatrale, specializzato con la “Scuola di perfezionamento per registi e attori” di Luca Ronconi e con il corso di regia “Proyecto BAT” di Lluís Pasqual. Dal 1999 ha lavorato come scenografo, attore, drammaturgo, assistente alla regia di Giorgio Gallione, Lluís Pasqual, Wayne Fawkes, Lorenzo Mariani, Lucio Dalla. Ha scritto e diretto numerosi spettacoli, alcuni dei quali hanno vinto premi di rilevanza nazionale. Collabora stabilmente con l’associazione culturale Arkadiis alla programmazione del Teatro Comunale di Occhiobello (RO) ed è nel Direttivo di Ferrara Off di cui è il responsabile delle produzioni.

Il mio percorso teatrale è insolito. Mi sono avvicinato alla regia dopo una laurea in Architettura; dopo un primo approccio prevalentemente scenografico, ho cominciato ad affrontare il teatro a partire da ciò che conoscevo meno, ovvero la drammaturgia e la recitazione, con la volontà di arrivare a una regia capace di comprendere e sintetizzare tutte le discipline.

Giancarlo Sissa

Giancarlo Sissa, poeta, ha pubblicato nel 1997 “Laureola”, nel 2002 “Il mestiere dell’educatore”, nel 2004 “Manuale d’insonnia”, nel 2008 “Il bambino perfetto”, nel 2015 ”Autoritratto“ e “Persona minore”. E’ presente in antologie nazionali ed estere. Nel 2004 ha curato “Poesia a Bologna”, raccolta di scritti autobiografici di diversi autori. Ha collaborato come diarista e attore con il Teatro delle Ariette e conduce Laboratori di “antiscrittura del sé”. Dal 2010 è docente di parola e canzone presso la Scuola Internazionale di Musica di Castelluccio. È Presidente dell’Associazione Culturale Laboratorio Teatro (in)stabile.

A volte ho creduto di scrivere per la grande madre antica che sepolta nel cuore scatena tempeste e malinconie senza ritorno. O per gli “io” che sono e sono stato (io quella volta che, ma anche quando tu, e poi…) e poi non finisce, mai, perché il diario non esce dal tempo – mentre la poesia sì, perché la poesia è un tornare in un luogo che sta appena sopra il tempo, o sotto, comunque non prima e non dopo – il diario respira il tempo con bramosia, senza tempo non esisterebbe, franerebbe nel cosmo.

Marco Bertoli

Esperto e mercante d’Arte dal 1984, lavora tra Modena e New York. E’ infatti consulente per la Casa d’Aste Christie’s nella grande mela e a Londra, presso il Dipartimento di Arte Europea del XIX secolo. Specializzato in pittura e scultura italiana dell’Ottocento e del primo Novecento, dal 1990 collabora con istituzioni pubbliche e private per l’organizzazione d’importanti mostre d’arte italiana, in Italia e all’estero. Ha ricoperto la carica di capo dipartimento per la pittura dell’Ottocento dal 2006 al 2010 per la Casa d’Aste Finarte, a Venezia, ed è stato consulente per il Gotha, Biennale di Parma, dal 2006 al 2008. Dal 2014 Bertoli collabora con l’Istituto Italiano di Cultura di New York organizzando una serie di mostre di pittura italiana dell’Ottocento volte a valorizzare presso il pubblico americano la ricchezza culturale del nostro Paese.
Marco Bertoli è curatore della sezione Arti Visive del Festival della Fiaba.

Seguo il Festival della Fiaba dalla prima edizione e per questo ho accettato subito con entusiasmo l’invito di Nicoletta Giberti. Ammiro il percorso interiore che viene indagato e il progetto di ricerca che sta dietro a questa manifestazione, ormai una delle più rilevanti nel panorama culturale della nostra città.

Gianluca Bolla

Tecnico e Macchinista teatrale. Lavora attualmente nella Compagnia di Pippo del Bono. E’ ideatore del progetto degli arredi della sede del Filatoio che è la casa della associazione Festival della fiaba. Specializzato nella lavorazione del legno, ha realizzato i tavoli ed il bancone della caffetteria utilizzando oggetti densi di memoria, per dare al Filatoio il calore che si respira varcando la soglia. Dalla prima edizione del festival è direttore tecnico di tutti gli allestimenti.

Riccardo La Foresta

Riccardo La Foresta è un batterista, compositore ed improvvisatore nato nel 1989.
Si laurea al Triennio Jazz del conservatorio di Ferrara e al Biennio Jazz al conservatorio di Parma tramite il quale studia per un semestre al KMH a Stoccolma. Da diversi anni insegna batteria privatamente e tramite scuole nel modenese.
Ha frequentato seminari e studiato privatamente con vari artisti, tra i quali: Antonio Sanchez, Dave Liebman, Roberto Dani, Jim Black, Henry Threadgill, Francisco Mela, Gianluigi Trovesi, Tom Rainey, Eric Harland, John Taylor e tanti altri.
Ha avuto occasione di suonare in contesti di rilievo e famosi Jazz Club come: Il Torrione Jazz Club, Umbria Jazz, il Teatro Regio ed all’interno di rassegne come: Viterbo JazzUp Festival, Sile Jazz, Festival Verdi, ParmaJazzFrontiere, il Centro d’arte di Padova ed il Festival della Filosofia.
Si è esibito in Italia, Svizzera, Germania, Belgio.
Fa parte del collettivo musicale/organizzativo del Festival Novemetis.

Simone Di Benedetto

Simone Di Benedetto, classe 1989, si diploma in contrabbasso col massimo dei voti, proseguendo poi negli studi di composizione, diplomandosi con lode e menzione d’onore con una tesi sul rapporto tra composizione e improvvisazione.
Nel 2019 pubblica una serie di video intitolati Workin bass sulle tecniche estese del contrabbasso
Nel 2018 è vincitore del bando AIR per una residenza artistica a Copenaghen.
Dal 2017 insegna composizione il conservatorio Vecchi-Tonelli di Modena.
Nel 2011 incide col trio Else! il disco First degree. Nel 2016 registra con Alberto Collodel ai clarinetti il disco Il sistema periodico per la berlinese AutRecords. Nel 2018 escono In Your Thoughts (UR records) con il gruppo Archipelagos, vincitore del primo concorso “Stefano Cerri” e Red&Blue (Improvvisatore Involontario), primo disco da leader dell’S.d.B. project. Nel 2019 esce il primo disco in solo, Depth Sounding, ancora per AutRecords. Nel 2020 escono Cinetik, secondo disco di DST con ospite Gabriele Mitelli, e Timewise, suite di brani originali che fonde improvvisazione e composizione, entrambi per AutRecords.
Dal 2007 ha suonato con artisti quali Stefano Battaglia, Franco Cerri, Fred Hamilton, Achille Succi, Marco Colonna, Cristina Zavalloni; si è esibito in Francia, Danimarca, Belgio, Spagna, Svizzera e Slovenia, ed in festival quali Umbria Jazz, JazzIt Festival, Ravenna Festival, Barga Jazz.
INFO E PRENOTAZIONI

Il Filatoio è un circolo culturale affiliato ad Arci, l’ingresso a tutte le nostre attività è riservato ai soli soci e su prenotazione chiamando il numero +39 329 8940843.

SEGUICI SU
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

© Associazione Culturale FESTIVAL DELLA FIABA – via De’ Bonomini 61/63 – 41121 Modena – C.F. 94184280363 / P.I. 03672560368 | All rights reserved | Privacy policy

design: doppiospazio

Preferenze sulla privacy

Quando si visita il nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni attraverso il browser da servizi specifici, generalmente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
Click to enable/disable Google Fonts.
Click to enable/disable Google Maps.
Click to enable/disable video embeds.
Il nostro sito Web utilizza i cookie, principalmente da servizi di terze parti. Definisci le tue preferenze sulla privacy e / o accetta la nostra Privacy Policy
Call Now ButtonPRENOTA ORA