Background Image

“Che venne in furore e matto”: la pazzia di Orlando, la pazzia del mondo
Conferenza

A cura di Nicola Bonazzi

L’Orlando furioso di Ludovico Ariosto è un intrico di storie e trame fantastiche mosse da una miriade di personaggi, ognuno dei quali è abitato da ossessioni che rischiano di farlo impazzire…

Chi impazzisce davvero, però, è l’eroe eponimo, che per amore si trasforma in una specie di uomo selvatico, di bestia ringhiosa e brutale, fino a quando l’amico Astolfo decide di andare a recuperare il suo senno sulla Luna… Solo l’immaginazione, sembra dirci l’autore, sono in grado di riscattare l’uomo dagli istinti ferini che lo dominano. Un percorso dentro l’inesauribile fantasia di Ariosto, all’inseguimento di dame e cavalieri che sembrano i personaggi di una fiaba in continua proliferazione.

_________________________________

Nicola Bonazzi

Regista e drammaturgo. Condirettore artistico della Compagnia e Presidente della Cooperativa Teatro dell’Argine. Ha cominciato a occuparsi di teatro nel 1991, dapprima come attore poi come drammaturgo e regista. Nel 1994 è tra i fondatori della Compagnia Teatro dell’Argine. Dal 2000 cura la direzione artistica dell’ITC Teatro di San Lazzaro, dapprima insieme a Pietro Floridia e a Andrea Paolucci, poi, dal 2013, insieme a quest’ultimo e a Micaela Casalboni. Ha scritto, nel corso degli anni, diversi testi per la compagnia, alcuni dei quali hanno incontrato l’interesse del pubblico e della critica. In particolare con il dittico sull’emigrazione Italiani Cìncali (2003, finalista Premio Ubu Miglior Novità Italiana) e La Turnata (2005) ha contribuito all’affermazione della Compagnia in ambito nazionale insieme a quella del suo interprete Mario Perrotta. Tra gli altri ha scritto e diretto Mamsèr (2002), Liberata (2006), Eden (2009) e Grande Circo Inferno (2008) realizzato con un gruppo di attori professionisti e rifugiati politici. È il regista de Il Killer Disney di Philip Ridley (2003), Del sesso della donna come campo di battaglia di Matèi Visniec (2010) e Bollettino del diluvio universale di Gianni Celati (2011) con Eugenio Allegri. Dal 2012 collabora, come guida del laboratorio teatrale, con Gli Amici di Luca, compagnia nata in seno alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris di Bologna. Nel 2015 con la compagnia vince il premio Nico Garrone per lo spettacolo Le Parole e la Città di cui scrive la drammaturgia e nello stesso anno vince il Premio Ubu con il Progetto Ligabue di Mario Perrotta nel quale è co-autore di Bassa continua, l’evento site-specific di Gualtieri che ha chiuso il progetto triennale. Da molti anni si occupa di didattica teatrale nelle scuole medie superiori.

Venerdì 14 Giugno ore 20:30
Spazio 3_ Progetto Lavoratorio_ via Munari 14

INGRESSO LIBERO

Lo spazio è contrassegnato da una casetta lungo la via, all’interno della casetta trovate i programmi del Festival della Fiaba VI edizione